Chi sono

Curriculum vitae

Eva Preto

Via Cilea 19, 48122 Lido Adriano (Ravenna);

Studio in via Romolo Murri, 21 (vicino al cinema city, Ravenna)

Cell: 389 2373389 —

Posta elettronica: evapreto@libero.it

www.evapretopedagogista.it

Pagina facebook: Eva Preto consulente prima infanzia

Dati anagrafici

Cognome: PRETO

Nome: EVA

Data e luogo di nascita: 14-04-975, VALDAGNO (VI)

Cittadinanza: ITALIANA

Coordinatore pedagogico

Consulente prima infanzia (0-6 anni)

• Laurea in Scienze dell’Educazione, 2001 indirizzo Esperto nei processi formativi, presso Università degli Studi di Verona; contenuti centrali del corso:psicologia della formazione, pedagogia interculturale, psicologia delle organizzazioni.

• Master (biennale) in Coordinamento psicopedagogico e consulente prima infanzia presso Università Salesiana di Mestre (Ve) 2012-2014. Contenuti centrali del corso: comunicazione educativa, analisi transazionale, psicologia delle relazioni oggettuali, psicopedagogia.

• Tirocinio di 250 ore presso il Comune di Verona nel ruolo di coordinamento pedagogico. Gestione documentazione per l’accreditamento del servizio, gestione del personale, osservazione dinamiche di gruppo delle educatrici, osservazioni sui gruppi dei bambini relativamente ai progetti in corso, gestione della documentazione d’ufficio.

• Formatrice: corsi di formazione per genitori, educatori (2012-2017).

• Consulenze psicopedagogiche per genitori(2012-2017).

• Conferenze su temi di psicopedagogia (2012-2017).

• Educatrice in asilo nido presso il Comune di Verona (2007-2011).

• Educatrice in Casa accoglienza per ragazze madri (2001-2003).

• Insegnante presso Progetto Icaro (2001).

Obiettivi raggiunti:

• Pubblicazione del libro ” Quando i bambini soffrono ” (raccolta di 20 consulenze pedagogiche) editore Strumenti Bonaccorso, maggio 2017.

• Pubblicazioni di articoli su giornali locali: filo fevoss e centro aiuto vita sugli aspetti della maternità e sull’infanzia.

• Sostegno alla genitorialità: durante le consulenze ai genitori si sono individuati i focus (criticità relative alla prima infanzia) e attraverso l’approccio comunicativo-relazionale, si sono stabiliti i patti formativi che hanno permesso di lavorare sugli obiettivi che poi sono stati raggiunti.

• La formazione sulla comunicazione e sul disagio giovanile agli scout ha permesso loro di osservare I vari tipi di disagi e le dinamiche relazionali di gruppo.

Interessi/Hobby:

• Approfondimenti sulla comunicazione efficace, sull’analisi transazionale, sulle costellazioni familiari.

• Letture saggistiche, footing, fotografia, biodanza.

Caratteristiche personali:

• Abilità comunicative, entusiasmo, capacità di condivisione delle idee, finalità, obiettivi; puntualità, capacità di mettersi in gioco.

Lingue straniere conosciute:

• Inglese.

Competenze informatiche:

• Word, excel, internet: posta elettronica.